Agevolazioni fiscali casa altri interventi ammessi

Oltre a quanto scritto nell’articolo sulla ristrutturazione edilizia singole unita immobiliari esistono altri tipi di interventi per i quali è possibile usufruire delle detrazioni fiscali.

Si tratta in primo luogo degli Interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi a condizione che sia stato dichiarato lo stato di emergenza.

Inoltre i lavori finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche, aventi a oggetto ascensori e montacarichi (per esempio, la realizzazione di un elevatore esterno all’abitazione); alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia idoneo a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone con disabilità gravi, ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104/1992.

La detrazione compete unicamente per le spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili, mentre non spetta per le spese sostenute in relazione al semplice acquisto di strumenti, anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità interna ed esterna.

Sono agevolabili gli interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti penalmente illeciti da parte di terzi, unicamente alle spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili.
Ad esempio: rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edificiapposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione; porte blindate o rinforzate; apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini; installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti; apposizione di saracinesche; tapparelle metalliche con bloccaggi; vetri antisfondamento; casseforti a muro; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

Proseguiamo con gli interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico e quelli effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia.

Se realizzate sulle parti strutturali degli edifici o complessi di edifici collegati strutturalmente e comprendenti interi edifici, sono agevolabili anche gli interventi per l’adozione di misure antisismiche, con particolare riguardo all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica.

Concludiamo l’esposizione con gli interventi di bonifica dall’amianto e di esecuzione di opere volte a evitare gli infortuni domestici.

In particolare, per la sicurezza domestica, rientrano tra gli interventi agevolabili:
• l’installazione di apparecchi di rilevazione di presenza di gas inerti
• il montaggio di vetri anti-infortunio
• l’installazione del corrimano.